EPISODES:
Santuario Capra libera tutti Gravidanza vegan è possibile! Lav: serata vegan e campagna Pasqua 2019 Red Canzian “cosa abbiamo fatto mai” La cucina vegan conquista la Romagna Ricette Vegan con il nuovo blog di Chiara Canzian “Radici” World Vegan Day 2017 Roma giornata mondiale antispecista “Emozioni” backstage shooting fotografico “La mia vita per gli animali” Lo sguardo oltre Il rifugio di Bea Pasta ai legumi “Dalla Costa” Raccolta fondi per Bea e Silvano Allevamento degli orrori Cane salvato dalla superstrada Giornata internazionale dell’Acqua In vino vegan Max Mara e le stragi di animali Chocolate contest: Emanuele Di Biase in giuria Piggasus e il pianeta Vegamo Operazione spiagge pulite Comitato Scientifico Associazione Vegani italiani Onlus: linee guida Ristorante toglie gli astici dal menù Pet Levrieri Uniti per aiutare il Rifugio Italia Inchiesta LAV “cuccioli di suino” VEGANOK Academy “missione ristoranti” La Vegan Chef Laura Fiandra compie 70 anni Vegano per un mese Oasi Verde Mearas Santuario Animale VEGANOK Network smaschera le “radio furbette” Emanuele Di Biase ai “Dolci d’Italia” Tullio Solenghi: non amo le ipocrisie, gli animali sono tutti uguali Omocidio dell’Orsa KJ2 finalmente giustizia intervista a Piera Rosati Buone Feste da VEGANOK Network! Noi siamo il Team VEGANOK Come rinforzare le nostre difese immunitarie Le battaglie legali per difendere gli orsi JJ4-Gaia e M49 ecco le novità Emanuele Di Biase presidente della CONF.I.P.E.GEL Food Evolution vince al TuttoFood

Nella storia dell’umanità sono sempre esistiti comportamenti per la supremazia di un gruppo a danno di un altro. Ma negli ultimi secoli la degenerazione della violenza ha portato l’uomo all’arroganza ed alla supponenza di essere superiore a tutte le altre specie animali. Anche gli umani, diversi per colore di pelle o per altri interessi, sono stati discriminati creando una piramide antropologica. Questo è lo specismo, ovvero “specificare”, individuare e catalogare le “razze” e le “specie” umane ed animali per poterle valutare in relazione al proprio tornaconto, interesse, comodità, considerandoli una “proprietà” ad uso esclusivo, per lucro o addirittura per divertimento. La maggior parte dei filosofi, scienziati, inventori e matematici hanno sempre considerato di grande importanza il rapporto tra umani ed animali. Hanno sempre raccomandato di riconoscere la consapevolezza che l’umano possiede l’intelletto, la creatività, l’evoluzione tecnologica, per tutelare e difendere il pianeta, i suoi abitanti e la natura dei territori in cui vive. Invece l’uomo ha sempre preferito dominare gli altri esseri viventi a proprio vantaggio, sfruttandoli, prevaricandoli, massacrandoli. Dal secolo scorso è nata una nuova corrente filosofica in gran parte del mondo: L’”Antispecismo”, ovvero, realizzare una comunità dove non ci sia più la prevaricazione, lo sfruttamento, deciso dalla legge del più forte, ma un rapporto sociale e culturale basato sul reciproco rispetto. Si devono considerare valori assoluti la solidarietà e la vita. Le differenze di colore della pelle, di genere, di orientamento sessuale, di specie, sono da considerarsi una ricchezza ed una grande risorsa.

In questo video

You might be interested in